Home
 
THE OLD CASTLE Working travellers K.G. 1995 ITA

Il disco è un po' vecchiotto, ma è passato incredibilmente sotto silenzio. Incredibile poiché, pur non rappresentando certo un punto fermo nella storia del Prog italiano, il gruppo non fa mistero delle sue passioni e lo si evince fin dalla copertina che recita così: "good old progressive rock-music". In effetti il cd è un'esaltazione della passione per il Dio Keith Emerson; tutto poggia sulle tastiere di Gabriel Kiss, autentico pasionario dello storico trio, e i suoi tre giovani compagni di viaggio lo assecondano splendidamente, mettendo in scena 8 brani di puro, vecchio, caro Prog sinfonico, senza compromessi né vergogna di apparire datati (anzi...!). Le atmosfere medievaleggianti fanno da sfondo a ogni minuto della musica del gruppo, contribuendo all'aura di magia che ci avvolge durante l'ascolto. Quando le ritmiche, perennemente spumeggianti, si calmano un attimo, riusciamo ad ascoltare comunque brani che colpiscono al cuore come "The sailor", salvo risvegliarci subito dopo con i 14 minuti di "Time in sky", in cui il fantasma degli EL&P si fa quasi tangibile. Si avvia quindi alla conclusione un disco che ascoltiamo e riascoltiamo volentieri per la sua spontanea sfrontatezza. Contatti: via U. Lucentini 10/a, 62029 Tolentino (MC).

 

Alberto Nucci

Collegamenti ad altre recensioni

THE OLD CASTLE Storie nascoste 2001 

Italian
English