Home
 
OPETH Still life Peaceville 1999 SVE

"Still Life" segna il ritorno di uno dei gruppi di maggior spicco della scena hard svedese. Caratteristica peculiare della band, che considerata non a torto come la Prog-metal-band per eccellenza, la continua ricerca melodica ed emotiva dei brani che, supportata da una buona dose di tecnica strumentale, riesce a costruire brani parecchio articolati e complessi. "Still Life", quarto lavoro del gruppo, stilisticamente non si discosta pi di tanto da dischi precedenti come "Orchid" o "My arms, your hearse": anche qui troviamo una brillante miscela di hard rock '70, buone dosi di folk e sprazzi di psichedelia. Volete un consiglio disinteressato? Buttate nella spazzatura l'ultimo dei Dream Theater e lasciatevi "cullare" dalle glaciali emanazioni di questi fantasmi. Forse gli ultimi veri rappresentanti della eternamente agonizzante scena prog-metal.

 

Giovanni Carta

Collegamenti ad altre recensioni

OPETH Blackwater park 2001 
OPETH Damnation 2003 
OPETH Ghost reveries 2005 
OPETH Pale communion 2014 
OPETH Sorceress 2016 

Italian
English