Home
 
PROPHEXY Synthoworm autoprod. 2004 ITA

Questo mini cd non è altro che un assaggio in prospettiva dell'uscita del nuovo disco dei PropheXy, band bolognese attiva da qualche anno, con un demo ed un cd autoprodotto all'attivo ("Enforce Evolve", 2003) ed una cover, "The Great Deceiver", composta per il tributo ai King Crimson edito recentemente dalla Mellow Records. "Synthoworm" contiene tre brani, due inediti e la riproposizione di "The Great Deceiver", già presente nel tributo Mellow Records, il tutto per dodici minuti di musica con in più una specie di ghost track inclusa come coda... una scelta, a mio avviso, piuttosto bizzarra e non del tutto convincente per un mini cd. A parte queste inezie, i PropheXy sembrano voler racchiudere nella loro musica più elementi possibili ed in effetti in "Scarto Quadratico Medio" e "Plasticosmic" si ascolta un po' di tutto, dal metal all'elettronica, con una spiccata propensione verso il jazz-rock giustificata dalla presenza rilevante del sassofonista Marco Tomasso: l'apparente caos sonoro di questi brani, per quanto possa risultare pretenzioso, è comunque intrigante e divertente. A parte la qualità di registrazione appena sufficiente, il punto debole dei PropheXy è senza dubbio l'enfatica voce del tastierista Matteo Bonazza, impostata su uno stile heavy metal classico e scontato. Probabilmente i PropheXy devono molta della loro ispirazione tanto ai Deus Ex Machina e Gentle Giant quanto ad alcune tendenze prog metal... non è un caso, dunque, che la rilettura della crimsoniana "The Great Deceiver" suoni quasi come un pezzo dei Fates Warning!!!

 

Giovanni Carta

Collegamenti ad altre recensioni

MONKEY DIET Inner Gobi 2017 
PROPHEXY Alconauta 2008 
PROPHEXY Improvviso 2013 

Italian
English