Home
 
THE VIOLET HOUR The fire sermon Epic 1991 (2009 Sky Rocket Records) UK

I Violet Hour sono ricordati negli annali del prog per aver fatto da spalla ai Marillion in Europa durante il tour promozionale dell'album "Holidays in Eden". Purtroppo per˛, dopo lo scioglimento della band, avvenuto presto, nel 1992, la Sony ritir˛ l'album dal commercio e questo divenne un articolo per collezionisti. Finalmente questa ristampa (che include come bonus le B side dei singoli) ci permette di far riemergere dall'oblio un'opera interessante per il suo appeal pop, intriso di delicate suggestioni folk e venature sinfoniche. Chi si Ŕ imbattuto nei Violet Hour grazie ai Marillion conserva un ricordo positivo: il disco era dotato senza dubbio di un grosso potenziale commerciale ma allo stesso tempo appariva sofisticato ed in sintonia con la proposta musicale di allora della band di Hogarth. Il motore principale della musica Ŕ rappresentato dalla voce espressiva, forte e vellutata di Doris Brendel, che dopo l'esperienza con i Violet Hour ha continuato la sua attivitÓ di cantante attraverso diversi progetti solistici. La musica sa essere raffinata, come nella seducente traccia di apertura, "Dream Of Me", in cui viene sfoggiato un flauto dal sapore celtico, ma altre volte diviene accattivante, trasformandosi in un potenziale hit radiofonico, come nella romantica e Bon Joviana ballad "Hold Me". I pezzi si reggono in piedi su equilibri delicati, senza cadere in soluzioni troppo scontate e semplici e senza peraltro mai raggiungere un certo grado di complessitÓ compositiva e negli arrangiamenti. La percezione Ŕ quella di un disco in bilico fra le esperienza musicali che hanno caratterizzato gli anni Ottanta e quello che poi diventerÓ il rock pi¨ sofisticato degli anni Novanta. Al di lÓ di qualche coro di violini alla Beatles, qualche sequenza di piano teatrale da rock opera e qualche pennellata di flauto celtico qua e lÓ, il sapore prevalente rimane quello di un raffinato rock melodico, piacevole e scorrevole che in fin dei conti non risulta all'ascolto neanche troppo datato. Consigliato ai fan dei Marillion di allora, agli amanti del rock melodico di facile consumo e a chi avesse bisogno di una colonna sonora piacevole e non troppo impegnativa per una serata invernale da passare davanti al camino scoppiettante, con l'aroma delle castagne a ravvivare l'ambiente.


Bookmark and Share
 

Jessica Attene

Collegamenti ad altre recensioni

DORIS BRENDEL The last adventure 2010 
DORIS BRENDEL AND LEE DUNHAM Not Utopia 2012 
DORIS BRENDEL AND LEE DUNHAM Upside down world 2015 
THE VIOLET HOUR The fire sermon 1991 

Italian
English