Home
 
JUGLANS REGIA Visioni parallele autoprod. 2008 ITA

Va avanti da un bel po’ di annetti la storia dei Juglans Regia, considerando che la band ha cominciato a muovere i primi passi già nel 1992. Dopo oltre quindici anni di attività e varie uscite tra demotapes e cd troviamo oggi un gruppo maturo, che sa il fatto suo e che muove passi decisi in un mondo fatto di rock duro e puro, che a volte sconfina nel metal e altre volte assume forme non distanti dal progressive. “Visioni parallele”, il loro nuovo album, si spinge infatti verso questi sentieri, con la chitarra di Antonello Collini che guida impetuosa e passionale la musica del gruppo. Menzione anche per Alessandro Parigi, voce calda e potente che desta piacevole impressioni nella sua esibizione canora. Il cd si apre con una delicata introduzione d’atmosfera, tra sound ambient e percussioni etniche, ma subito dopo si entra nel vivo dell’album con una serie di brani ben strutturati e sanguigni. Il sound è aggressivo, tagliente… Come dicevamo, si avvicina spesso al metal, con una forma fatta di riff, melodie vocali di piacevole ascolto e cariche di feeling, guitar-solos di buona fattura. Qualche volta i cambi di tempo e di atmosfera fanno pensare al prog-metal e si strizza l’occhiolino a Queensryche e Dream Theater, ma non mancano sprazzi più simili ai Timoria. In sostanza è un disco gradevole, scorrevole e ben confezionato, ma anche privo di grandi scintille.

 

Peppe di Spirito

Collegamenti ad altre recensioni

JUGLANS REGIA Prisma 2002 
JUGLANS REGIA Controluce 2005 
JUGLANS REGIA Memorie dal presente (EP) 2019 

Italian
English