Home
 
VIOLET DISTRICT Terminal breath autoprod. 1992 (Tempus Fugit 2000) GER

Immaginate una commistione tra il sound degli ultimi Floyd, dei Marillion e dei belgi Now, non troppo personale ma comunque accattivante: questo è più o meno ciò che potete aspettarvi da questo CD d’esordio dei tedeschi Violet District, gruppo di 5 elementi provenienti dalla zona di Monaco. Una musica che si indirizza verso gli appassionati del prog più moderno (ciò non vuol dire necessariamente commerciale), tra i quali sono convinto che otterrà numerosi consensi, data la buona qualità del prodotto.
Ben 16 sono i titoli contenuti nel CD – che spesso si susseguono con un andamento alla “Misplaced childhood”, cioè senza pause tra un brano e l’altro – ed a ciò si connette ovviamente una grande varietà di temi e soluzioni musicali (si passa da atmosfere acustiche a momenti più duri, con una vasta gamma di soluzioni intermedie), che in un primo momento potrà disorientare l’ascoltatore. Inevitabili anche gli alti e bassi tipici di un’opera d’esordio: ad ottimi momenti si succedono così altri piuttosto banali, con un uso degli strumenti –tra i quali emerge la chitarra di Karl Heinz Wallner – abbastanza elementare. Sicuramente il gruppo può ancora migliorare, ma gli appassionati del prog anni ‘80/’90 possono tranquillamente indirizzarsi verso questo CD.
La ristampa presenta un succoso (ma costoso...) secondo cd live che vede la presenza di un paio di inediti altrettanto succosi.

 

Riccardo Maranghi

Collegamenti ad altre recensioni

RPWL God has failed 2000 
RPWL Trying to kiss the Sun 2002 
RPWL World through my eyes 2005 
RPWL The RPWL live experience (DVD) 2009 
RPWL Beyond man and time 2012 
RPWL A show beyond man and time (DVD) 2013 
RPWL Wanted 2014 
RPWL Plays Pink Floyd’s ‘The man and the journey’ 2016 
RPWL Tales from outer space 2019 

Italian
English