Home
 
ROBERT REED Sanctuary II Tigermoth Productions 2016 UK

In una nota intervista Mike Oldfield si dichiarava dispiaciuto del fatto che nessun artista avesse seguito il sentiero musicale aperto dal suo "Tubular Bells". Nel 2014 il polistrumentista e produttore Robert Reed (Magenta, Kompendium, Kiama, Chimpan A) risponde finalmente all'appello e, reclutati per l'occasione Tom Newman e Simon Heyworth, i produttori del celebre capolavoro di Oldfield che contribuirono all'epoca a forgiarne i suoni scintillanti, sfornò "Sanctuary", album basato su due lunghe composizioni costruite su melodie ariose e simmetriche, in cui viene naturale immergersi completamente e lasciare che i propri pensieri naufraghino dolcemente. Reed, che aveva scelto di diventare musicista proprio dopo aver ascoltato "Tubular Bells", è riuscito a realizzare un album alla maniera di Oldfield senza però plagiarlo, suonando in prima persona tutti gli strumenti necessari, una ventina in tutto comprese le campane tubulari.
A questo punto sarebbe stato un peccato fermarsi lì, ed ecco quindi che l'esperimento viene ripetuto, in maniera analoga, con questo "Sanctuary II". Sempre con l'aiuto dei due storici produttori, per l'occasione Reed decide di reclutare anche un batterista di ruolo col desiderio di inserire delle vere percussioni e opta per un nome d'eccellenza ingaggiando Simon Phillips che molti di voi ricorderanno sicuramente nell'album "Crises", pubblicato da Oldfield nel 1983. L'impatto qualitativo di questa scelta è immediatamente apprezzabile, dal momento che le nuove composizioni, ancora una volta nel numero di due e lunghissime, acquisiscono un'incredibile profondità e vitalità. Oltre a ciò Tom Newman in persona suona il bodhran, aggiungendo delle piacevoli fragranze folk ad una miscela sonora davvero unica. Le parti vocali ancora una volta sono curate dalla voce eterea di Angharad Brinn col supporto dei cori dei Synergy Vocals. Si tratta sempre di un canto senza parole che si mescola delicatamente alla musica con un piacevole effetto etnico.
Forse ancor più che nel precedente album, Reed riesce a costruire qualcosa di davvero personale e non vincolato al suo modello, non del tutto almeno. Viene utilizzato un linguaggio inconfondibile, è vero, ma per raccontare storie nuove che continuano un percorso di cui conosciamo benissimo la partenza ma che si spinge verso nuove mete, tutte da scoprire. Più che "Tubular Bells" in sé, l'artista sembra tenere presente l'opera di Oldfield nella sua complessità, riuscendo ad immedesimarsi completamente nel personaggio emulato, ruolo questo assolutamente non facile da coprire che il nostro Reed interpreta alla grande e con una classe infinita.
Se possibile questo secondo lavoro mi sembra anche più fresco, spontaneo, piacevole e interessante del pur riuscitissimo primo capitolo e direi che se siete degli amanti di Oldfield dovete obbligatoriamente provare l'ascolto di entrambi gli album senza esitazione alcuna. Posso inoltre garantire, da non Oldfieldiana, che qualsiasi appassionato di prog sinfonico e melodico troverà questa produzione irresistibile musicalmente ma anche sul piano strettamente sonoro, tale è la luce e la brillantezza delle note sprigionate.
Come al solito la cura nei dettagli è evidente anche dalla confezione stessa e dalla presenza di un bonus CD e di un bonus DVD. Il primo comprende alcuni graziosi inediti ed i missaggi alternativi curati da Newman di entrambe le tracce di "Sanctuary II", il secondo invece il mix 5.1 dell'album più interviste e alcuni video, fornendo quindi angolazioni sonore alternative a quelle scelte per divenire il prodotto definitivo. Ancora una volta Reed realizza un'opera cesellata con spirito maniacale e traboccante di gioia ed entusiasmo, un entusiasmo che credo condividerete anche voi se ne avrete la voglia.



Bookmark and Share

 

Jessica Attene

Collegamenti ad altre recensioni

CYAN For king and country 1993 
CYAN Pictures from the other side 1994 
CYAN Remastered 1997 
CYAN Echoes 1999 
CYAN The creeping vine 1999 
KIAMA Sign of IV 2016 
KOMPENDIUM Beneath the waves 2012 
KOMPENDIUM Elements 2013 
MAGENTA Revolutions 2001 
MAGENTA Seven 2004 
MAGENTA Another time... another place... 2004 
MAGENTA Home & The New York suite (ltd edition) 2006 
MAGENTA Live at Real World 2010 
MAGENTA The twenty seven club 2013 
ROBERT REED Willow’s song (EP) 2014 
ROBERT REED Sanctuary 2014 
THE FYREWORKS The fyreworks 1997 

Italian
English