Home
 
CLIVE NOLAN Alchemy: Acts I - II Metal Mind Productions 2013 UK

A conferma dell'impressione che il formato musical sia ormai quello ritenuto più congeniale per il proprio output e che i lavori inquadrabili in questo filone siano i progetti prioritari, a cui dedicare la fetta maggiore di tempo, energie e promozione, Clive Nolan, a distanza di cinque anni da “She”, l'album pubblicato a nome Caamora, dà alle stampe una nuova opera rock dall'oscura e misteriosa ambientazione vittoriana (altra passione di lunga data del nostro, si veda la riproposizione de “Il Mastino dei Baskerville” in coppia con Oliver Wakeman).
Ancora una volta, il nostro infaticabile tastierista è autore unico delle musiche e del libretto, affiancato da un cast di tutto rispetto, in gran parte appartenente alla scena neoprogressiva inglese degli ultimi due o tre decenni: troviamo dunque tra i vocalist, oltre allo stesso Nolan, Tracy Hitchings (Landmarq), Paul Manzi (Arena), Andy Sears (Twelfth Night), Damian Wilson (Threshold, nonché ex Landmarq), Chris Lewis (The Enid) nonché nomi più inaspettati come i redivivi Paul Menel (con gli IQ nella seconda metà degli anni '80) e David Clifford dei “rustici” new-proggers Red Jasper, senza dimenticare Victoria Bolley, la sua partner nel progetto Camoora, Agnieszka Świta, l'uruguayana Noel Calcaterra, già vocalist nel progetto sudamenricano di Clive “Otra Vida”, nel 2010. Alcuni nomi prevedibili anche tra gli strumentisti: Mark Westwood alle chitarre, l'altrettanto fido Scott Higham (Pendragon) alla batteria, il cileno Claudio Momberg (Subterra) alle tastiere e Kylan Amos (Strangeworld) al basso.
Chi ha avuto modo di ascoltare e auspicabilmente apprezzare “She”, il precedente lavoro della cosiddetta “Caamora Company” - compagnia teatrale e musicale guidata da Nolan e composta in prevalenza dai nomi sovracitati e che ha rappresentato “Alchemy” in prima assoluta nel teatro di Katowice lo scorso febbraio - saprà cosa attendersi da questo lavoro: il fatto di essere strutturato in forma di musical fa sì che nell'arco dei due CD (o meglio, dei due atti) in questione si alternino brani veri e propri, spesso dalle qualità melodiche indiscutibili (specialmente nell'arco del primo atto: “Amelia”, “The girl I was”, etc.) a frammenti di dialogo funzionali alla narrazione della storia. Ovviamente, dopo gli ascolti iniziali in cui è piacevole seguire il plot nolaniano, con il suo strampalato assortimento di personaggi romantici, eroici o malvagi, in seguito sono le canzoni a mantenere intatto l'interesse, e devo dire che anche da questo punto di vista l'opera non delude, anzi, oserei dire che supera in creatività – e forse in pomposità, e non lo dico con accezione negativa - molte produzioni le cui repliche si sono susseguite nei teatri di tutto il mondo. Detto ciò, con quest'album, se da un lato Clive conferma molti degli stilemi che hanno consolidato la riconoscibilità delle sue produzioni (specialmente il già citato concept sherlockiano e il precedente “Jabberwocky”), dall'altro percorre qualche passo al di fuori del suo consueto territorio, ad esempio il new-prog puro dei Pendragon, quello infuso di new-wave degli Shadowland o quello ammiccante al prog-metal degli ultimi Arena sono piuttosto lontani. Meno di quanto possa apparire alla prima impressione, in ogni caso: sotto le voci recitanti ed i passaggi orchestrali (archi, legni, ma anche cori) sono comunque percepibili tutte le influenze che hanno forgiato la carriera dell'autore, la differenza è che per una volta sono al servizio della storia e del suo dipanarsi. Ma sono a mio avviso i vocalist a rubare la scena, sia nelle parti solistiche che nelle complesse armonie a tre o quattro parti, eseguite in maniera impeccabile, un particolare che rende l'idea di quanta cura e dedizione Clive abbia infuso in questa sua fatica. Se già è notevole la personificazione del perfido Lord Henry Jagman da parte di Sears, sorprende in particolare la performance di Clifford, che se nei citati Red Jasper svolgeva il ruolo di batterista, al microfono si rivela un talento cristallino. Gli ascolti richiesti per afferrare tutte le sfaccettature siano parecchi, nonostante il lunguaggio scelto sia quello dell'opera romantica e un po' decadente e le riprese e reiterazioni facilitino l'assimilazione dei temi musicali.
Auguriamo a Nolan ed alla sua compagnia i migliori successi sui palcoscenici che calcheranno (le prossime repliche si svolgeranno nel mese di settembre a Cheltenham, con un cast di 11 attori, un coro di 22 elementi, una band di 4 musicisti e 10 cambi di scena), nel frattempo l'acquisto della versione su supporto fisico è consigliata senza indugi, almeno di non avere riserve su un formato associato molto più di frequente a nomi come Lloyd & Webber che a personaggi della galassia progressive rock.



Bookmark and Share

 

Mauro Ranchicchio

Collegamenti ad altre recensioni

ARENA Songs from the lions cage 1995 
ARENA Pride 1996 
ARENA The cry 1997 
ARENA Welcome to the stage 1997 
ARENA The visitor 1998 
ARENA Immortal? 2000 
ARENA Breakfast in Biarritz 2001 
ARENA Contagion 2003 
ARENA Pepper's ghost 2005 
ARENA Smoke & mirrors (DVD) 2006 
ARENA Rapture (DVD) 2013 
ARENA XX (DVD) 2016 
CAAMORA Walk on water (EP) 2007 
CAAMORA She 2008 
CAAMORA Journey's end… an acoustic anthology 2008 
CAAMORA She (DVD) 2008 
CASINO Casino 1992 
CLIVE NOLAN Alchemy live (DVD) 2013 
CLIVE NOLAN & OLIVER WAKEMAN The hound of the Baskervilles 2002 
NEO (UK) Broadcast (DVD) 2007 
NICK BARRETT & CLIVE NOLAN A rush of adrenaline (DVD) 2005 
PENDRAGON The World 1991 
PENDRAGON The window of life 1993 
PENDRAGON Fallen dreams and angels (EP) 1994 
PENDRAGON Utrecht... the final frontier 1995 
PENDRAGON The masquerade overture 1996 
PENDRAGON Live in Krakow 1996 1997 
PENDRAGON Not of this world 2001 
PENDRAGON Acoustically challenged 2002 
PENDRAGON Believe 2005 
PENDRAGON And now everybody to the stage (DVD) 2006 
PENDRAGON Past and presence (DVD) 2007 
PENDRAGON Pure 2008 
PENDRAGON Concerto Maximo (DVD) 2009 
PENDRAGON Passion 2011 
PENDRAGON Out of order comes chaos (DVD) 2012 
PENDRAGON Masquerade 20 (DVD) 2017 
SHADOWLAND Ring of roses 1992 
SHADOWLAND Through the looking glass 1994 
SHADOWLAND Dreams of the ferryman (EP) 1994 
SHADOWLAND Mad as a hatter 1996 
SHADOWLAND Edge of night (DVD) 2009 
STRANGERS ON A TRAIN The key part 1: the prophecy 1990 (Metal Mind 2012) 
STRANGERS ON A TRAIN The key part 2: the labyrinth 1993 (Metal Mind 2012) 
STRANGERS ON A TRAIN The key part 2: the labyrinth 1993 (Verglas 1999) 

Italian
English