Home
 
NEO (UK) Broadcast (DVD) Metal Mind Productions 2007 UK

Per chi è cresciuto a pane e new prog un'occasione del genere potrebbe rappresentare uno dei sogni più belli… o forse un incubo che diviene realtà? Quando il new prog inglese era praticamente l'unico tipo di prog che era possibile ascoltare, e sicuramente quello di riferimento per lo sparuto manipolo di appassionati dell'epoca, immaginarsi che un giorno potesse verificarsi un evento di questo genere avrebbe solleticato l'immaginazione… quasi al pari di una ipotetica reunion dei Liaison. Questi sono i fatti: Neo è il nome di una sorta di supergruppo, o meglio di un super-juke-box new prog che, nella sua incarnazione presente in questo DVD (ma hanno suonato anche al ROSfest 2006) annovera i seguenti personaggi (mi aspetto un boato ogni nome, stile curva sud): John Jowitt (IQ, Arena, Jadis ecc.), Mark Westwood (Martin Orford band), Andy Edwards (IQ), Clive Nolan (Pendragon, Arena, ecc. ecc. ecc.), Nick Barrett (Pendragon), Alan Reed (Pallas, Abel Ganz) e John Barnfield (antico tastierista dei Pendragon). Cosa ci starà a fare tutta questa gente sul palco dell'ormai familiare teatro di Katowice, ove la Metal Mind inscena tutti i propri delitti… ehm... DVD? Non certo canzoni nuove; l'idea sarebbe quella di presentare in maniera non convenzionale musicisti e canzoni provenienti da anni ed esperienze diverse, per il divertimento del pubblico e dei musicisti stessi. In pratica sembra di assistere ad una gara a chi riesce meglio a rovinare le canzoni altrui.
Ma cominciamo dall'inizio: l'apertura del concerto è affidata all'overture di "Subterranea"; sul palco ci sono Jowitt, Westwood, Nolan e Edwards. Dopo pochi secondi cominciamo ad apprendere come le tastiere di Nolan riescano a ridicolizzare quel bel suono pieno e corposo che quantomeno Orford riesce ad imprimere alle proprie composizioni: i plin plin e gli gneu gneu che udiamo scaturire dalle sue mani fanno gridare assolutamente vendetta alle gole di ogni appassionato degli IQ. Dopo di ciò è la volta di "Erosion", sempre degli IQ, tratto da "The Seventh House"; chi canta? Ah…! Jowitt si avvicina al microfono… mica vorrà… sì, è proprio lui il prescelto! A parte i cori non gli ho mai visto prendere in mano una canzone. Non se la cava male… vabbè, fino a che non si giunge su tonalità troppo alte su cui il povero John, ammiccante e sempre simpaticissimo, cerca di arrampicarsi, scivolando inesorabilmente. Finita la sua performance il gioviale John rimane al microfono per presentare al pubblico la prima sorpresa: ladies and gentlemen… Alan Reed! Sarò cattivo ma Alan già somiglia di suo ad una bertuccia… poi, se comincia subito a saltellare e a sbracciarsi, mi spiace… i primi secondi della sua esibizione li passo sotto il tavolo a ridere. Va bene… ricomponiamoci, il pezzo che è in esecuzione è tratto da "Cross & Crucible" e si intitola "For the Greater Glory", non certo un cavallo di battaglia, anche se con una discreta parte strumentale. Rimaniamo in territorio Pallas e tocca adesso a "Hide and Seek"; Alan cerca di caricare il pubblico che per il poco che viene inquadrato sembra non rispondere granché (rimane sempre lo stesso dubbio per questi DVD: ma sarà un pubblico pagante… o pagato?). Fortunatamente dopo è la volta di un classico, sempre dei Pallas, ovvero "Crown of Thorns", la quale quanto meno, giunge al termine abbastanza indenne… anche se forse si potrebbe fare l'appunto di una esibizione con poca anima, ma non si può pretendere più di tanto, visto che il pezzo non appartiene in origine a nessuno dei presenti. Alan ringrazia, saltella e rimane sul palco anche per il pezzo successivo appartenente al repertorio degli Arena, più precisamente tratto da "The Visitor". Si tratta di "The Hanging Tree", classico brano da accendino in cui comunque è d'uopo spendere una parola di elogio per Mark Westwood, magari non il più dotato e fantasioso dei chitarristi, ma uno che sa svolgere bene il proprio compito. Spendiamo a questo punto una parola anche per Andy Edwards? Preciso. Tanto basta.
Il brano sembra sfumare lentamente ma ci rendiamo conto che si sta trasformando in un'altra canzone: si tratta di "The Enemy Smacks"… presa però nella sua parte finale, ma tanto basta per risollevare un po' l'atmosfera. Alan esce e Jowitt chiama al centro del palco Clive Nolan, mentre dietro le tastiere si accomoda John Barnfield; il prossimo brano appartiene in effetti agli Shadowland ed è giusto che il microfono passi nelle mani dell'ex panzone (ammazza quanto è dimagrito da quando lo conoscevo io!). In qualche modo si riesce ad arrivare in fondo al brano (anche l'ugola non è più la stessa) e Clive, stanco ed emozionato, introduce sul palco "il suo migliore amico e uno dei migliori musicisti al mondo" ovvero Nick Barrett, che si presenta al pubblico con cappellino calato sugli occhi con la scritta "Billabong" in bella evidenza. Oddio… cos'è questo brano che iniziano? "Outer Limits"… cantata da Nick Barrett??? Sentiamo un po'… non che dubiti delle doti vocali di Nick, ma insomma… è una scelta un po' particolare. Beh… il confronto con l'originale non è poi così impegnativo e Nick riesce sicuramente, dal lato vocale, a non sfigurare su un brano ormai storico di Peter Nicholls… riesce persino a stonare sugli stessi punti! Certo che l'intensità emotiva non è proprio la stessa... specie con quel cappellino, poi… ma vabbè. Il finale della canzone, invece di agganciarsi a "The wake", sfocia invece in un brano di Nolan & Wakeman, tratto da "The hound of the Baskervilles".
Ecco ci prepariamo per il (gran?) finale: Nick imbraccia la sua chitarra ed annuncia "Paintbox", una delle più belle canzoni dei Pendragon più recenti. Ad essa seguirà, dallo stesso album, "Masters of illusion", tanto per risvegliare un po' gli entusiasmi acquietati, fino alla conclusione del concerto, affidata a "Nostradamus", un altro classico degli anni '90 dei dragoni, per il quale tutti quanti tornano sul palco, la bert… cioè Alan Reed, Barnfield (che si affianca a Nolan alle tastiere in questo brano… fino a qualche anno fa non avrebbe potuto farlo). Finalmente il pubblico pare scatenarsi e si alza in piedi ad applaudire, battere le mani e a cantare assieme ai musicisti: evidentemente il copione consegnato loro prevedeva questo, al punto 13…
Sono stato un po' cattivello… e va bene… ma d'altra parte si tratta di un DVD fondamentalmente inutile che ha il solo scopo di esaltare e interessare un po' i fan sfegatati della scena new Prog inglese. Poco più di una curiosità, a dire il vero… ma tutto sommato divertente, non dico di no.

 

Alberto Nucci

Collegamenti ad altre recensioni

ARENA Songs from the lions cage 1995 
ARENA Pride 1996 
ARENA The cry 1997 
ARENA Welcome to the stage 1997 
ARENA The visitor 1998 
ARENA Immortal? 2000 
ARENA Breakfast in Biarritz 2001 
ARENA Contagion 2003 
ARENA Pepper's ghost 2005 
ARENA Smoke & mirrors (DVD) 2006 
ARENA Rapture (DVD) 2013 
ARENA XX (DVD) 2016 
CAAMORA Walk on water (EP) 2007 
CAAMORA Journey's end… an acoustic anthology 2008 
CAAMORA She (DVD) 2008 
CAAMORA She 2008 
CASINO Casino 1992 
CLIVE NOLAN Alchemy: Acts I - II 2013 
CLIVE NOLAN Alchemy live (DVD) 2013 
CLIVE NOLAN & OLIVER WAKEMAN The hound of the Baskervilles 2002 
NICK BARRETT & CLIVE NOLAN A rush of adrenaline (DVD) 2005 
PALLAS Arrive alive 1981 
PALLAS Beat the drum 1999 
PALLAS The cross and the crucible 2001 
PALLAS The dreams of men 2005 
PENDRAGON The World 1991 
PENDRAGON The window of life 1993 
PENDRAGON Fallen dreams and angels (EP) 1994 
PENDRAGON Utrecht... the final frontier 1995 
PENDRAGON The masquerade overture 1996 
PENDRAGON Live in Krakow 1996 1997 
PENDRAGON Not of this world 2001 
PENDRAGON Acoustically challenged 2002 
PENDRAGON Believe 2005 
PENDRAGON And now everybody to the stage (DVD) 2006 
PENDRAGON Past and presence (DVD) 2007 
PENDRAGON Pure 2008 
PENDRAGON Concerto Maximo (DVD) 2009 
PENDRAGON Passion 2011 
PENDRAGON Out of order comes chaos (DVD) 2012 
PENDRAGON Masquerade 20 (DVD) 2017 
SHADOWLAND Ring of roses 1992 
SHADOWLAND Through the looking glass 1994 
SHADOWLAND Dreams of the ferryman (EP) 1994 
SHADOWLAND Mad as a hatter 1996 
SHADOWLAND Edge of night (DVD) 2009 
STRANGERS ON A TRAIN The key part 1: the prophecy 1990 (Metal Mind 2012) 
STRANGERS ON A TRAIN The key part 2: the labyrinth 1993 (Metal Mind 2012) 
STRANGERS ON A TRAIN The key part 2: the labyrinth 1993 (Verglas 1999) 

Italian
English